Seggiolino Auto: Normativa, Montaggio e Quale Acquistare

I seggiolini per bambini sono in grado di garantire loro la massima sicurezza possibile durante gli spostamenti in automobile. Proprio nel corso di quest’anno sono entrate in vigore alcune nuove disposizioni riguardanti i seggiolini auto, previste dalla legislazione UE e riassunte nella normativa R129. Più precisamente si tratta delle disposizioni che costituiscono la cosiddetta fase 2 della normativa, in vigore dall’estate 2017.

La Normativa

In sintonia con la costante evoluzione della tecnologia, anche le normative che riguardano i seggiolini auto per bambini si rinnovano, al fine di garantire prodotti sempre più sicuri e affidabili. Vengono così recepite via via le indicazioni fornite dagli istituti di sicurezza sulla base delle loro ricerche e i suggerimenti forniti dalle associazioni di consumatori, che monitorano l’efficienza dei vari modelli. Vediamo complessivamente come è disciplinata la materia.

Cominciamo col dire che il codice della strada sancisce attraverso l’articolo 72 l’obbligatorietà del seggiolino auto, più precisamente per “i bambini di statura inferiore a metri 1,50”, un’altezza che viene raggiunta indicativamente attorno ai 12 anni di età. Lo stesso articolo definisce genericamente il seggiolino “un sistema di ritenuta per bambini, adeguato al loro peso”, ma specifica anche che tali dispositivi devono essere di tipo omologato e rispondenti alle normative del Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti e ai regolamenti della Comunità Europea o alle equivalenti direttive comunitarie.

La normativa comunitaria R129 e i-Size

Lo standard i-Size è stato sviluppato sulla base delle più recenti ricerche sulla sicurezza dei bambini trasportati in auto, con numerosi test pratici e funzionali. I requisiti i-Size sono previsti dall’omologazione R129, tesa a elevare il tasso di sicurezza dei bambini in automobile.

Le caratteristiche di questa normativa sono riassumili nei seguenti punti:

  • Classificazione basata sulla lunghezza in centimetri (l’altezza del bambino). Si abbandona il metodo del peso, meno efficace nel determinare la sicurezza del seggiolino in relazione alle dimensioni del bambino.
  • Migliore protezione per quanto riguarda gli impatti laterali e frontali, garantita da nuovi test specifici da superare per l’ottenimento dell’omologazione da parte dei costruttori.
  • Innalzamento al quindicesimo mese d’età dell’obbligatorietà di viaggiare rivolti in senso contrario a quello di marcia.
  • Compatibilità con tutte le vetture provviste di agganci isofix, che riduce la possibilità di installazione errate.

Come montarlo

Un buon seggiolino, in grado di garantire la massima sicurezza al vostro bambino, vedrebbe compromesse le sue caratteristiche se montato in modo scorretto. Potete affidarvi al fissaggio isofix, che è in grado di ridurre quasi completamente gli errori di installazione del seggiolino, funzionando in modo semplicissimo e garantendo un’estrema facilità d’impiego. Il seggiolino è munito di prolungamenti di aggancio, posizionati sul lato posteriore, che andranno incastrati negli alloggiamenti dei punti di ancoraggio, montati sul sedile dell’auto. Un semplice click, analogo a quello delle normali cinture di sicurezza, vi segnalerà il corretto aggancio. Affinché il seggiolino non possa girarsi in caso di urti, può essere fornito anche di un piede di supporto, da poggiare al pavimento dell’auto.

seggiolino auto

seggiolino auto

La Scelta

Evidentemente la caratteristica che oggi vi garantisce la maggiore sicurezza è la rispondenza alla normativa R129. Verificate questo requisito cercando l’etichetta che riporti tale omologazione. Importante pure accertarsi che nel complesso la struttura sia affidabile e offra la massima solidità. Valutate anche le diverse scelte costruttive e gli optional in dotazione. Di seguito i parametri che consigliamo di valutare con particolare cura:

Comodità e praticità

Il seggiolino deve essere in grado di offrire la massima comodità, soprattutto per quanto riguarda gli spostamenti più lunghi. Valutate gli elementi regolabili, come schienale e braccioli, che consentono di conformarlo alla posizione del bambino. La possibilità di adattare il seggiolino vi consentirà anche di assecondare la loro rapidità di crescita. Per gli spostamenti più piccoli e frequenti considerate la facilità con cui potrete collocare il bambino nel seggiolino e la praticità dei sistemi di ritenuta. Prestate la massima attenzione verso questi dispositivi, verificate che siano in grado di assicurare la permanenza del bambino in modo adeguato e non sia possibile per lui aprirli.

Rivestimenti e imbottiture

Anche questi dettagli sono facilmente verificabili e possono indurre a preferire un modello di seggiolino rispetto a un altro. Al di là delle valutazioni estetiche, esaminate la morbidezza dei materiali e la consistenza delle finiture. Controllate la sofficità delle imbottiture così come la robustezza delle cuciture, soprattutto nei punti di contatto e di sostegno del corpo del bambino.

Facilità di pulizia

I seggiolini per bambini sono destinati a un uso quotidiano e protratto nel tempo: è fondamentale verificare la facilità con cui potrete pulirli e igienizzarli. Valutate se le fodere sono lavabili e con quale facilità si sfilano e si ricollocano. Tenete conto, nel caso preferiate un modello senza fodere estraibili, che non potrete raggiungere una pulizia altresì profonda. In tal caso verificate l’impermeabilità del rivestimento e la sua lavabilità in sede.

I materiali

I seggiolini per auto generalmente prevedono l’utilizzo di materie plastiche, imbottiture e tessuti di rivestimento. Valutate la natura di questi materiali considerando che generalmente i modelli più economici tendono a utilizzare per i rivestimenti materiali sintetici mentre i più costosi impiegano vellutino o tessuti più pregiati. Pensate che il bambino sarà spesso a contatto con questi materiali e che potrebbe anche portarli alla bocca: assicuratevi quindi che siano di qualità e privilegiate quelli antiallergici e atossici.

Leave a Reply