Temperatura Basale in Gravidanza

La temperatura corporea basale è quella temperatura del corpo che viene misurata in condizione “basale” ovvero al mattino, appena sveglie, quindi, prima di iniziare la giornata con varie attività. La temperatura basale può essere utilizzata per controllare i giorni fertili, per identificare il giorno della tua ovulazione, per utilizzare metodi naturali di contraccezione e per verificare la presenza di un’eventuale gravidanza.

Se la temperatura basale rimane alta per 18 giorni o più dopo l’ovulazione, questo potrebbe essere il primo segnale di un’eventuale gravidanza in atto; infatti, la temperatura rimane alta durante tutta la gravidanza. Controllare la temperatura basale per 2-5 giorni, se è alta (tra i 37,2 e i 37,4 gradi), potrebbe esserci la presenza di una gravidanza (possibilità del 98% per cicli mestruali regolari e possibilità del 48% per periodi irregolari).

Come misurarla

Utilizzando il metodo della temperatura basale è possibile identificare un leggero calo prima dell’ovulazione e, quindi, un aumento di circa 0,5 gradi dopo l’ovulazione. La temperatura, poi, rimane alta fino al successivo periodo mestruale, quando scenderà nuovamente, per avviare nuovamente il ciclo. La temperatura basale è misurata verificando la temperatura in modo uguale ogni mattina non appena sveglia e prima di fare qualsiasi altra cosa (incluso andare alla toilette, bere una tazza di caffè, ecc.). È possibile tracciare la temperatura su un grafico apposito.

Prova a misurare la temperatura basale, approssimativamente, alla stessa ora ogni mattina. Infatti, rimanere in un tempo limite di un’ora al massimo, servirà per avere un grafico costante perché la temperatura potrebbe variare durante la giornata. Si raccomanda di prendere la temperatura basale dopo un minimo di 5-6 ore di sonno ed è possibile analizzarla attraverso un metodo di rilevazione vaginale o rettale, che dovrà rimanere lo stesso per tutto il ciclo di misurazione. In commercio esistono metodi di rilevazione appositi per misurare la temperatura basale, ma è possibile analizzarla, anche, con un semplice termometro digitale o a mercurio.

Temperatura basale in gravidanza

Durante la prima fase del ciclo (mestruazioni) le temperature basali saranno abbastanza costanti, quindi, durante l’ovulazione si noterà un leggero calo di temperatura che tornerà a salire dopo l’ovulazione. Se la tua temperatura basale sale e rimane elevata al mattino, c’è una buona probabilità che tu abbia concepito. Ecco un esempio:

  • Giorni da 1 a 13 – La temperatura basale media prima dell’ovulazione può essere: da 36 a 36.5 °
  • Giorno 14 (approssimativo) – Calo della temperatura intorno all’ovulazione: da 35,6 a 36 °
  • Giorno 15 fino a 30 – Giorno dopo l’ovulazione, la temperatura risale: da 36 a 36.5 °
  • Concepimento – Le temperature basali si aggirano e rimangono elevate: da 36,6 a 37 °

Questi sono solo esempi di temperature basali nel corso di un ciclo completo, ma ovviamente il corpo di ogni donna risponde in modo diverso ai cambiamenti ormonali. È necessario impostare, quindi, le proprie temperature per un ciclo completo per analizzare le possibilità di un’eventuale gravidanza.

Come accorgersi di una gravidanza

Il grafico della temperatura basale viene utilizzato per analizzare, quindi, retrospettivamente il giorno dell’ovulazione. Tipicamente, la temperatura aumenta entro 1-2 giorni dopo l’ovulazione e rimane elevata fino a quando il periodo mestruale arriva. Questa fase si chiama “curva bifasica“. Una “curva trifasica“, invece, è quella dove la temperatura aumenta di nuovo, spesso entro 7-10 giorni dall’ovulazione. Non esiste alcuna prova scientifica che una curva trifasica indica in modo affidabile che vi sia una gravidanza in atto, ma è un metodo abbastanza affidabile.

E’ possibile diagnosticare una gravidanza in atto quando:

  • Hai perso un ciclo mestruale
  • La temperatura basale è elevata per più di 14-15 giorni dopo l’ovulazione.

Prima di quei 15 giorni dopo l’ovulazione è quasi impossibile sapere se c’è o meno una gravidanza.

Se la temperatura basale è elevata per più di 15 giorni senza alcuna traccia di ciclo mestruale, vi è buona probabilità di essere rimaste incinta e un test di gravidanza positivo in quel momento, solitamente, conferma la gravidanza.

Leave a Reply