L’importanza della diagnosi precoce del varicocele

Il varicocele è una patologia varicosa che interessa molti uomini ed è caratterizzato dalla dilatazione ed incontinenza delle vene testicolari (o spermatiche). Può portare a problemi di sviluppo del testicolo e di infertilità. Per questo la diagnosi precoce è fondamentale. L’autopalpazione dei testicoli e la visita andrologica, con i successivi accertamenti, ne permettono la diagnosi ed il corretto inquadramento, necessario per valutare la necessità del trattamento.

Il varicocele, anomala dilatazione varicosa delle vene del testicolo, colpisce circa il 10-20% della popolazione maschile ed è piuttosto comune negli uomini con problemi di fertilità, dove è presente nel 30-40% dei casi. Inizia a manifestarsi più frequentemente nell’età dello sviluppo puberale, tra gli 11 e i 16 anni e interessa soprattutto il testicolo sinistro.

Il varicocele molto spesso è asintomatico, mentre se sintomatico, può dare senso di pesantezza o fastidio a livello dello scroto, soprattutto dopo stazione eretta prolungata, sforzo o attività sportiva. La causa del varicocele è da ricondurre verosimilmente ad una congenita debolezza delle pareti venose. La diagnosi viene posta in primo luogo con la visita andrologica, ma molto importante è prima anche l’autopalpazione. Il varicocele può portare ad una compromissione della crescita del testicolo colpito, se presente già durante lo sviluppo, e della qualità del liquido seminale in età adulta, per cui è indispensabile eseguire un eco-colordoppler testicolare e, dopo la pubertà, sempre anche lo spermiogramma. La prevenzione delle possibili conseguenze del varicocele è molto importante ed è attuabile mediante una diagnosi ed un trattamento precoci. Infatti, prima si interviene su un varicocele, quando ne esista l’indicazione, migliori saranno i risultati per il mantenimento o il recupero della fertilità.

L’indicazione al trattamento viene posta dall’andrologo e ha come scopo principale quello di migliorare la salute testicolare. Se non c’è indicazione al trattamento, è opportuno comunque effettuare controlli andrologici periodici. Attualmente per la varicocelectomia, cioè l’asportazione del varicocele, sono disponibili diverse opzioni terapeutiche: l’approccio chirurgico o microchirurgico e la scleroembolizzazione, metodica radiologica endovascolare.
Non essendo possibile una prevenzione primaria, ad oggi, lo strumento di prevenzione è la visita andrologica in età puberale.


Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.