L’utilità e importanza del Pap-Test

Sottoporsi a visite ginecologiche è estremamente importante per ogni donna e, in particolare, l’esecuzione del Pap-Test è caldamente consigliata alle ragazze dai 21 anni in su. Il Pap-Test è un esame utile a prevenire la formazione del cancro al collo dell’utero ed è in grado di diagnosticare anche una particolare infezione che prende il nome di Papilloma Virus.

Come si esegue un Pap-test

Il Pap-test è un esame citologico che, grazie all’ausilio del microscopio, permetterà al medico di analizzare le cellule del collo dell’utero del paziente. La durata del test è di circa dieci minuti: l’unica differenza con la visita ginecologica è che tramite l’utilizzo di uno speciale strumento, verranno prelevate alcune cellule direttamente dalcollo dell’utero.
Per favorire la buona riuscita dell’esame, è consigliato astenersi dai rapporti sessuali e da lavande vaginali almeno tre giorni prima del test. Inoltre, il giorno dell’esame non deve coincidere con il flusso mestruale e nemmeno con i 3 giorni precedenti o successivi ad esso.

Caffè in Gravidanza: Consigli, Rischi, Consumo e Accorgimenti per le Donne in Gravidanza

L’alimentazione è uno dei fattori che influenza il tuo corpo, sia in maniera diretta che indiretta. Assumere le giuste sostanze non solo migliora la qualità della vita giornaliera, ma ti rafforza potenziando le difese immunitarie, rendendoti più energica e pronta ad affrontare ogni realtà. Nella gravidanza l’alimentazione è uno degli elementi che può incide in maniera molto importante sullo sviluppo del feto. Per questo negli ultimi tempi si pone moltissima attenzione all’assunzione di determinate sostanze, come per esempio il caffè in gravidanza. Quali sono i rischi del consumo di caffeina? Di seguito andremo ad analizzare gli effetti del caffè nella gravidanza, esponendo alcuni consigli e accorgimenti che puoi utilizzare al fine di non rinunciare a questa bevanda.

Il caffè e la gravidanza, i consigli per un assunzione corretta

Per poter comprendere in maniera completa perché si pone così tanta attenzione sugli effetti della caffeina in gravidanza, sono importanti alcune precisazioni. Sul sito del Ministero della salute, puoi trovare una semplice scheda nel quale si specifica come tra le sostanze non consigliate durante la gravidanza ci sia il caffè. Essa è composta da un alcaloide naturale che ha effetti nervini, intervenendo in maniera diretta nel sistema nervoso. Iniziare una giornata senza la tua tazza di caffè può essere un’impresa ardua. I problemi no riguardano la sostanza in se e per se, ma sulla quantità di milligrammi che vengono immessi nel tuo corpo. È importante considerare che in una tazzina di caffè sono contenuti circa 100-150mg di caffeina. Il consiglio principale è di non privarsi del tutto di questa sostanza, ma di assumerla in dose giuste che vengono calcolate in base al peso corporeo. In ogni caso non bisognerebbe mai superare le 2-3 tazzine al giorno.

Stitichezza in Gravidanza: Rimedi, Cosa Fare e Cosa Prendere

La gravidanza è un periodo particolare per una donna. Bellissimo e pesante al tempo stesso, non sono pochi i fastidi che bisogna sopportare: ipersensibilità della pelle, aumento della pressione sanguigna, disturbi di stomaco, le famose nausee mattutine … e non ultima anche una forma di stitichezza che è tipica del periodo e legata alla trasformazione fisica che avviene nel corpo della donna.

Perché compare la stitichezza in gravidanza

Molte donne lo sanno già, quando si aspetta il ciclo e si è in piena tempesta ormonale la stitichezza non è rara. In gravidanza è ancora più comune per via dell’azione del progesterone che serve a regolare le contrazioni dell’utero, così da mantenerlo resistente per trattenere il feto. Il problema è che regolando le contrazioni dell’utero si regolano anche quelle dell’intestino che rallenta di conseguenza il proprio “lavoro” di espulsione delle feci. Da cui l’indurimento e la stitichezza. Anche l’aumento della pancia, con l’utero che scende verso il basso, schiaccia l’intestino rendendo complicata l’espulsione delle feci. Se a ciò si unisce anche la continua necessità di urinare, espellendo quindi altri liquidi, si comprende come mai insorga il problema.

Preeclampsia in Gravidanza: Sintomi, Cause e Come Prevenirla

Se un edema è già qualcosa di grave e l’ipertensione è preoccupante … immaginate cosa significa se si verificano contemporaneamente. E se ad essi si aggiunge l’eccesso di proteine nell’urina, la proteinuria, si innesca una bomba che può essere mortale. La comparsa di tutti e tre i problemi può verificarsi nelle donne incinte e in quel caso è un pericolo che si chiama gestosi, o PREECLAMPSIA. La preeclampsia di per sé non è mortale, ma può facilmente degenerare in qualcosa di più grave che non di rado porta alla morte della madre, del bambino oppure di entrambi. Fortunatamente è abbastanza rara (riguarda circa l’8% delle donne incinte) ma quando si manifesta va contrastata immediatamente.

Perché compare

La brutta notizia è che ancora oggi non si sa perché in alcune donne si scateni la preeclampsia. La notizia buona è che il fenomeno si studia dal 1972 e da allora si sono fatti alcuni passi avanti importanti per lo meno per prevenirla. Si è capito che la preeclampsia si manifesta facilmente nelle donne che hanno già problemi renali pregressi, ipertensione pregressa, che sono predisposte al diabete o diabetiche, che aumentano troppo di peso. Si è anche visto che le alterazioni della placenta possono causare la preeclampsia. Data la varietà di cause e la difficoltà a distinguere queste stesse da altri problemi, più banali, tipici della gravidanza la preeclampsia non sempre viene riconosciuta per tempo.

Labbro Leporino: Cos’è, Cause, come Prevenirlo e Rimedi Chirurgici

Si chiama labbro leporino perché ricorda quello della lepre, tagliato nel mezzo e arricciato verso l’alto. Ma purtroppo è un problema dell’essere umano che, con un difetto estetico come questo, somiglia di fatto a una lepre e ciò lo rende brutto a vedersi. Fino alla metà del secolo scorso non si interveniva su difetti come questo, anti estetici sì ma non mortali, ma oggi si possono correggere ed è una fortuna soprattutto per i bambini che non saranno costretti a crescere tra sguardi compassionevoli e sorpresi!

Il nome scientifico del labbro leporino è Cheiloschisi ed è un difetto estetico che colpisce la parte esterna della bocca, e dunque il labbro (di norma il labbro superiore), ma che può comprendere anche le strutture interne del palato, delle gengive e in certi casi della gola. Ciò rende impossibile mangiare o deglutire ed è un rischio per la salute, oltre che un problema di aspetto fisico. Di solito la Cheiloschisi si presenta in una delle sue forme, ma alcune volte possono essere presenti tutte insieme (labbro, gengiva, palato e gola) e in quel caso occorre intervenire in fretta.

Come Rimanere Incinta: Consigli e Suggerimenti

Per alcune donne è un richiamo del tutto naturale, il famoso “orologio biologico”, per altre un’ossessione, una voglia che non trova soluzione se non nel pianto di un bebé. Per altre un sogno che sembra svanire e non doversi realizzare mai. Rimanere incinta è facile, o almeno lo sembra. Penserete che basta divertirsi un po’ sotto le lenzuola ed è fatta, ma non per tutti è così. E il problema non è solo femminile, dato che oggi si fanno sempre meno figli anche per problemi fisici. Le donne però ne soffrono più degli uomini.

Perineo Femminile: Massaggi ed Esercizi in Gravidanza

Perineo:con questo nome si indica, sia nell’uomo che nella donna, il fascio muscolare che regola la zona genitale. Sono muscoli molto importanti perché gestiscono la capacità di trattenere feci e urine e anche il buon funzionamento dei rapporti sessuali. Nelle donne il perineo ha doppia importanza perché sorregge l’utero durante la gravidanza e ha una funzione fondamentale durante l’espulsione del bambino al momento del parto. Ecco perché occorre tenerlo sempre allenato ed elastico.

Crema Antismagliature in Gravidanza: Ecco Perchè è Importante

Le smagliature sono delle vere e proprie “ferite” sottopelle che si verificano quando si ha un cedimento improvviso del tessuto sottostante. Le cause possono essere innumerevoli, sebbene le più comuni siano un improvviso aumento di peso o una diminuzione drastica della massa. Ci sono anche cause legate a sforzi fisici, alla crescita troppo rapida (ad esempio in adolescenza) o a cedimenti dovuti all’età. Subito dopo la loro comparsa sono rosse e si vedono sottopelle come ragnatele, poi schiariscono e diventano bianche opache o lucide. Sicuramente sono un inestetismo e sicuramente non si eliminano, si possono solo contenere oppure cercare di prevenire.

La fertilità maschile viene ostacolata dalla Soia: ecco i dati dello studio scientifico

La soia è un ingrediente naturale utilizzato come base della cultura vegana, ideale per il suo apporto di proteine e la sua mancanza totale di grassi. Un ingrediente salutare che, secondo uno studio scientifico, comprometterebbe la fertilità maschile provocando iposessualità.Nonostante questo legume sia da sempre considerato uno dei migliori, per nutrimento e per tenersi in linea, quest’ultima scoperta ha sconcertato i diretti interessati.

Soia e fertilità maschile: i dettagli

La soia è un ingrediente naturale che, da sempre, viene utilizzata nella cucina asiatica per i suoi grandi benefici e per l’inesistenza di grassi. Adottata poi in altre parti del mondo, soprattutto per chi segue l’alimentazione vegana, continuando la tradizione di questo ingrediente ricco di particolarità.

Fertilità Maschile e Frutta Secca: i risultati dello studio Scientifico Spagnolo

La fertilità maschile è stata analizzata attraverso uno studio scientifico effettuato in Spagna, determinando così che la stessa potrebbe variare con un consumo di frutta secca con guscio.La frutta secca ha un ottimo apporto nutrizionale con proprietà varie per l’interno organismo, per questo motivo i ricercatori hanno deciso di affrontare l’argomento fertilità maschile accostandolo all’assunzione di questi ingredienti.

La frutta secca influisce sulla fertilità maschile

La OSM ha valutato la fertilità maschile considerandola attraverso quattro aspetti differenti:

  • quantità degli spermatozoi che dovrebbero essere un minimo di 15 milioni per millilitro di seme;
  • vitalità che dovrebbe essere di un 58%;
  • motilità progressiva che dovrebbe essere al minimo di un 32%
  • morfologia e caratteristiche dello sperma stesso.

Ovodonazione: Cos’è e come Funziona, vantaggi e Criticità

L’atto della procreazione è un evento desiderato da molti ma concesso non a tutti. Nella vita di una coppia, ad un certo punto, la possibilità di essere genitori diventa una tappa fondamentale . Quando questa possibilità viene negata per una serie di motivi che possono essere biologici o psicologici, si innescano meccanismi pericolosi e dannosi per il benessere della coppia. Esistono tecniche alternative al concepimento originale ma non sempre le percentuali di successo sono confortanti ma sopratutto spesso determinano investimenti economici spropositati e sentimenti continui di speranza, ansia e angoscia che a lungo andare diventano deleteri. In ambito medico una delle tecniche più accreditate e con il maggior numero di successi è l’ovodonazione.

Che cos’è l’ovodonazione

L’ovodonazione è una tecnica di fecondazione assistita che consente di diventare genitori anche quando la donna è sterile o non fertile. In questa procedura l’ovocita viene donato da un membro esterno alla coppia. L’ovocita deve essere fecondato dallo sperma del maschio e in un secondo momento, gli embrioni generati, vengono impiantati nell’utero della donna.
L’ovodonazione viene scelta come opzione di fecondazione assistita qualora nella donna siano stati riscontrati gravi anomalie genetiche, scarsa capacità riproduttiva, riserva ovarica inferiore agli standard.

Come migliorare sesso e fertilità? Con due porzioni di pesce alla settimana

Da una ricerca effettuata dall’Università di Harvard è emerso che per migliorare il sesso e la propria fertilità si dovrebbe mangiare due porzioni di pesce, ogni settimana.

Il segreto è l’Omega-3 che offre protezione all’apparato cardiovascolare e migliora la circolazione del sangue. Sono 501 le coppie – desiderose di un bambino –  che si sono prestate per questo test e, quello che emerso alla fine è particolarmente interessante, soprattutto in tema di fertilità e numero di rapporti sessuali mensili consumati.

In traghetto verso la Sardegna: dove confrontare i prezzi

Per cercare le offerte più convenienti occorrerebbe andare a spulciare uno per uno i vari siti delle maggiori compagnie, come Grimaldi, Tirrenia, GNV, BluNavy, Sardinia Ferries, Moby. E si tratta di un lavoro dispersivo e spesso non preciso che toglie tempo e anche desiderio di affrontare la trafila. Per fortuna oggi internet viene incontro ai turisti anche in questo campo, con dei siti appositi che confrontano in un attimo non solo i prezzi delle varie compagnie ma anche le offerte.

SITI CHE CONFRONTANO I PREZZI DEI TRAGHETTI

Basta inserire su Google le chiavi di ricerca “Sardegna” e “Traghetti” magari con l’aggiunta della specifica “offerte” per avere una panoramica sui siti che svolgono il lavoro di confronto. Uno dei più popolari è directferries , tra i più utilizzati perché confronta oltre 2000 rotte e 691 porti nel mondo. Digitando il porto di partenza (ad esempio Livorno, Genova, Palermo) e quello di arrivo (Cagliari, Porto Torres…) oltre ai dati del passeggero e ai mezzi o animali che portate con voi, avrete una panoramica completa dei prezzi tra cui scegliere il più adatto a voi. Più specifico il sito Traghettiper  che appunto in base al nome presente nel link vi indirizza direttamente alla pagina che confronta soltanto i prezzi per la destinazione che chiedete, in questo caso Sardegna, ma anche Sicilia, Elba ecc.

Il funzionamento è lo stesso di directferries, con la differenza che qui sono indicati solo i porti sardi. Un altro sito chiaro e semplice da usare è www.traghetto-sardegna.it, che richiede molti meno dati per la prenotazione online e ha anche una ricerca più immediata. Aferry è un altro sito attivo a livello mondiale sulle tratte marittime di tutto il pianeta. Oltre a comparare offerte e prezzi generici delle varie compagnie, vi dà l’opportunità di digitare in anticipo il tetto massimo di spesa entro il quale orientarvi. Infine, un altro sito dedicato però completamente alla Sardegna e ai traghetti che la collegano al continente è Sardiniagrandtour.com.

Traghetti per la Sardegna Grimaldi Lines: caratteristiche e prenotazione

Per raggiungere la Sardegna in tutta comodità la compagnia di navigazione Grimali Lines mette a disposizione la sua flotta da molti anni. Tantissime le caratteristiche e i servizi che vengono messi a disposizione dei clienti, al fine che possano inziare la loro vacanza sin da subito e terminarla in totale relax.

Grimaldi Lines: caratteristiche

La compagnia di navigazione Grimaldi Lines è stata fondata dagli omonimi fratelli nel lontano 1947, inziando la propria attività solamente nel campo del trasporto merci via mare. Dopo essere diventata la compagnia ufficiale di trasporto delle macchine Fiat con destinazione Inghilterra, la missione si espande sino a mettere a disposizione navi per il trasporto fisico delle persone. Grimaldi Lines è la prima compagnia di navigazione italiana ad aver ottenuto il Certificato Iso 9001 per la qualità e ISO 14001 per l’ambiente. Non solo: molti premi che hanno definito tali compagnie come eccellenti nel loro settore.

Per organizzare una vacanza in Sardegna con Grimaldi Lines è bene conoscere le tratte che la compagnia mette a disposizione:

  • Civitavecchia – Porto Torres e viceversa
  • Livorno – Olbia e viceversa
  • Civitavecchia – Olbia e viceversa

con partenze diurne e notturne a seconda della necessità e disponibilità.

Con Grimaldi Lines è possibile scegliere la propria sistemazione optando per cabina doppia, quadrupla e suite con orientamento interno oppure esterno (esterno con oblò vista mare). Per chi invece desidera una sistemazione differente è possibile prenotare il posto poltrona, site in varie aree della nave e a contatto con altri passeggeri. Per chi possiede animali, nelle rotte per Olbia sono state adibite cabine dove gli amici a quattro zampe sono i benvenuti. In tutti gli altri casi devono essere trasportati all’interno del trasportino (piccola taglia) oppure fatti accomodare all’interno delle cuccette apposite e trasportati con guinzaglio e museruola.

I servizi aggiuntivi che si possono trovare all’interno delle navi per la Sardegna prenotabili sul sito offertetraghetti.com sono legati alla ristorazione con ristorante à la carte, oppure self service o ancora pizzeria: preferibile prenotazione al momento dell’arrivo sulla nave al fine di poter essere sicuri di ottenere un posto. Non solo: sono a disposizione anche dei bar, sala lounge con musica dal vivo oppure sala con maxi schermo e canali satellitari. Per la gioia dei bambini è stato adibito uno spazio giochi dove potersi divertire e mai annoiare e per le donne che vogliono farsi coccolare, all’interno della nave, potranno trovare estetista – parrucchiere e solarium.

Le prenotazioni possono essere effettuate online direttamente sul sito ufficiale, dove verranno messe a disposizione offerte e tariffe speciali, in base alla stagione di riferimento.

Traghetti Sardegna: tutte le proposte delle compagnie marittime

E’ l’isola preferita da italiani e turisti stranieri, situata nel centro del Mediterraneo occidentale. La Sardegna è tra le mete turistiche più richieste a livello italiano ed europeo. Incuriosisce per la bellezza del suo paesaggio, per le sue spiagge bianche e il mare cristallino. Stai già immaginando di trascorrere qui le tue vacanze? La grande centralità dell’isola permette di raggiungerla facilmente via mare, evitando così di spendere cifre alte per un viaggio in aereo. I traghetti per la Sardegna partono da numerosi porti italiani, dal mar Tirreno ma anche dalla Corsica, dalla Spagna e dalla Sicilia. A operare sulla zona sono ben 7 diversi collegamenti che vengono proposti dalle compagnie di navigazione.

Compagnie di Navigazione e traghetti per la Sardegna 2018

Le compagnie marittime che operano sulle tratte verso la Sardegna, offrono partenze e ritorni sia diurni che in notturna. Il grande vantaggio di viaggiare di giorno è legato alla possibilità di ammirare il paesaggio e il mare che ti circonda. Senza contare che la traversata stessa sarà anche più breve. Di solito infatti si va dalle 5 ore alle 7 ore di viaggio, in base alla scelta del porto di partenza. Anche le isole minori della Sardegna sono raggiungibili in traghetto, con partenze diurne.

sardegna

sardegna

Chi invece vuole viaggiare di notte, avrà la possibilità di non perdere giorni di vacanza per il viaggio e potrà arrivare a destinazione con un tempo massimo di navigazione che varia da 7 a 12 ore. Chiaramente tutto dipende dalla tratta scelta e dalla compagnia. Online troverai tutte le offerte e le promozioni che vengono man mano presentate dalle seguenti compagnie marittime sul sito www.traghettisardegna2018.it che fa da biglietteria per: Blu Navy, Corsica Ferries, GNV, Grimaldi Lines, Moby, Sardinia Ferries e Tirrenia.

Come pulire la tua casa quando si hanno bambini piccoli

Le neomamme sanno bene quanto sia complicato trovare tempo non solo per dedicarsi al proprio lavoro, ma per essere anche mamma, moglie e donna di casa. E’ bene trovare e seguire una strategia vincente per riuscire a pulire casa in tranquillità pur avendo a che fare con bambini piccoli e senza poter contare su un aiuto domestico. I bambini richiedono moltissime energie, richiedono attenzione e sono una fonte importante di disordine in casa, inutile negarlo. Per fare ciò è utile fare ricorso a degli elettrodomestici pratici e funzionali per la pulizia di casa, come quelli che trovi sul sito https://www.scopaelettricasenzafili.com, potenti ed efficaci che velocizzeranno molto le tue attività domestiche.

Pulizie domestiche: da dove iniziare

Se vuoi avere una casa pulita devi imparare a gestire l’ordine. Questo si traduce in particolare nella scelta di mobili che non siano solo ottimali in termini di design, ma devono essere funzionali. Hai bisogno di mobili che contengano, o di scatole e scatoline che permettano di riporre gli oggetti in modo semplice e veloce. Un esempio? Scegli dei contenitori, per riporre i giochi dei bambini, magari dividendoli per tipologia, e in un baleno darai subito l’idea di avere una casa curata. Un’altra strategia vincente è quella di sistemate il copridivano e riorganizzare bene i cuscini: si tratta di un piccolo gesto abituale che rende subito più ordinato il tuo salotto.

Malattie sessualmente trasmesse e fertilità

Le Infezioni Sessualmente Trasmesse (IST) costituiscono un gruppo di malattie infettive molto diffuse che interessano, a livello globale, milioni di individui ogni anno e la loro prevenzione rappresenta oggi uno degli obiettivi di sanità pubblica a più alta priorità. I giovani tra 15 e i 24 anni rappresentano la fascia di età molto più esposta allo sviluppo di queste patologie.

L’incidenza delle IST nel mondo è in continuo aumento, grazie anche alla maggiore mobilità e all’aumentata tendenza ad avere rapporti sessuali con più partners. Sottogruppi di popolazione particolarmente suscettibili sono: le donne, per la struttura anatomica dell’apparato genitale più complessa e più favorevole all’insediamento dei patogeni; gli adolescenti, con tessuti genitali ancora immaturi e più recettivi; gli individui con stati di grave deficienza immunitaria. Secondo l’OMS, ogni anno, a livello globale, sono circa 357 milioni le nuove infezioni di cui 1 su 4 rappresentate da: clamidia, gonorrea, sifilide e tricomoniasi. Una adolescente su 20 presenta un’infezione batterica acquisita per via sessuale, e l’età in cui tali infezioni si presentano sta diventando sempre più bassa. Si stima che più di 500 milioni di persone abbiano un’infezione genitale dovuta a virus herpes simplex (HSV). Oltre 290 milioni di donne hanno un’infezione da papillomavirus umano (HPV), una delle IST più letali.

Le IST possono causare importanti danni alle tube di Falloppio, responsabili del 30% – 40% dei casi di sterilità femminile. Praticamente tutti i casi di cancro cervicale sono legati alle infezioni genitali da HPV. Il cancro della cervice è il secondo tumore più comune nelle donne, con circa 500.000 nuovi casi e 250.000 decessi ogni anno. Gli agenti responsabili delle IST si trasmettono attraverso qualsiasi tipo di rapporto sessuale (vaginale, anale, orale) per contatto con i liquidi organici infetti (sperma, secrezioni vaginali, sangue, saliva). Inoltre, si possono trasmettere attraverso il sangue (es. trasfusioni, contatto con ferite, scambio di siringhe, tatuaggi, piercing) o con i trapianti di tessuto o di organi (HIV, HBV, HCV, Sifilide), ed infine, per passaggio diretto dalla madre al feto o al neonato durante la gravidanza, il parto, o l’allattamento (es. HIV, virus dell’epatite B, herpes genitale, sifilide, gonorrea, clamidia).

Estrattore di Succo a Freddo: i Benefici per la Salute

C’è un elettrodomestico che sta diventando fondamentale nelle nostre cucine per migliorare lo stile di vita. E’ l’estrattore di succo a freddo, uno strumento dalle potenzialità infinite che ci consente di nutrirci in modo sano e gustoso. Scopriamo di che cosa si tratta, come funziona, le sue caratteristiche e soprattutto i suoi innumerevoli vantaggi e benefici.

Un estrattore di succo a freddo è un elettrodomestico dalla storia antica, esiste infatti dal 1934. Solo in tempi recenti è diventato una necessità comune per il bisogno sempre crescente di assumere una maggiore quantità di frutta e verdura fresche. L’estrattore è in grado di estrapolare a bassa temperatura tutto il succo contenuto nei vegetali.

Come preparare la culla del bambino per garantirgli un sonno sereno

L’arrivo di un bambino è un vero regalo nella vita di ogni persona; i futuri genitori si trovano travolti da un forte entusiasmo e, fin dalle prime settimane, cercano di organizzare al meglio la casa per accogliere il bebè. Che cosa serve per coccolare il bambino una volta uscito dall’ospedale dopo il parto? Di seguito scopriremo come preparare una culla per bebè fai da te, partendo da un accessorio fondamentale.

La culla del bambino: da dove si comincia

Per iniziare a realizzare questo accessorio bisogna prima di tutto effettuare una scelta importante, quella del materasso. In commercio esistono numerosi materassi che si differenziano per morbidezza, spessore, materiale e prezzo finale. Evita di acquistare un prodotto che sia sottile e troppo morbido, ma cerca sempre di controllare che sia anti-acaro, anti-soffocamento e che preveda un lato estivo ed uno invernale. Cerca di preferire sempre un prodotto che sia sfoderabile e lavabile, così da poterlo disinfettare in modo da tenere alla larga polvere e acari.

Nomi maschili più belli del 2017: scopri la lista dei preferiti!

Sei in procinto di diventare genitore e non hai ancora idea di quale nome dare al tuo bebè? Se sei alla ricerca di qualche valido consiglio, puoi consultare di seguito una lista dei nomi maschili più usati del 2017, così da prendere idee e spunti per il tuo bambino. Per prima cosa dovrai chiederti se preferisci puntare tutto su un nome italiano o straniero, “moderno” o più classico. A quel punto potrai già effettuare una netta selezione che faciliterà la scelta e la comunicazione con il proprio partner.

Stai aspettando un maschietto e non vuoi essere colta impreparata? Ecco la soluzione per te!

I nomi più usati nel 2017 per i bambini

In base ai dati possiamo notare che, ancora una volta, i nomi che più piacciano a mamme e papà sono quelli classici, ovvero quelli che da tempo hanno conquistato la tradizione italiana. Ecco allora che la top 3 si forma con Lorenzo, Alessandro e Francesco. A seguire questo trend sono nomi un po’ più stravaganti, ma pur sempre in lingua italiana: ecco allora inserirsi Edoardo, Giulio e Jacopo.

Amniocentesi: Cos’è, Quando Farla ed Eventuali Rischi

Essere mamma rappresenta indubbiamente una delle esperienze più belle che una donna possa mai provare nella propria vita. Nonostante infatti la gravidanza sia comunemente un periodo piuttosto duro da affrontare (a causa dei problemi che comporta come nausee, pesantezza, gambe gonfie, spossatezza), essa è ricordata sempre con grande affetto dalle mamme che si apprestano ad accogliere la nascita di una nuova vita.

Durante il periodo della gravidanza però ci sono degli accorgimenti che non bisogna assolutamente sottovalutare tra cui delle visite mediche che consentono di verificare lo stato di salute del piccolo. Uno degli esami più importanti e frequenti che vengono effettuati negli ultimi tempi è l’amniocentesi. Si tratta sostanzialmente di una diagnosi medica che serve a certificare la presenza di eventuali malattie genetiche nel bambino come ad esempio la sindrome di Down, la fibrosi cistica, la sindrome di Edward, la distrofia muscolare e altre gravi patologie come ritardi mentali e sordità. In questo modo è possibile scoprire se il neonato è affetto da queste gravi malattie oppure se le sue condizioni di salute sono nella norma.

Pap Test in Gravidanza

Nella routine della salute femminile si sente spesso parlare di pap-test, un eseme fondamentale per diagnosticare la presenza di cellule tumorali e di prevenire il cancro al collo dell’utero. Il pap-test in Italia è offerto gratuitamente dal Sistema Sanitario Nazionale a tutte le donne di età compresa tra i 25 e i 64 anni con una frequenza triennale.

L’esame è indolore e consiste essenzialmente nel prelievo di un piccolo campione di tessuto ovarico da parte del personale medico tramite un lungo bastoncino a spazzola o con una linguetta e una spatola. Tali cellule veranno poi analizzate in laboratorio per stabilire la presenza o meno di lesioni o cellule tumorali o pre-tumorali, ma anche di evidenziare la presenza eventuale di infezioni o infiammazioni.

Progesterone in Gravidanza: Tutto quello che devi Sapere

Il progesterone è un ormone di tipo stereoideo che viene prodotto durante la seconda metà del ciclo mestruale di una donna dal corticale del surrene e dal corpo luteo, oltre che dalla placenta una volta instaurata una gravidanza. Esso è importante per la salute femminile anche semplicemente per garantire la regolarità del ciclo mestruale.

Il suo ruolo principale è quello di creare un ambiente accogliente all’interno dell’utero per per preparare il corpo alla fecondazione. Quando la gravidanza si annida, il progesterone continua a mantenere le condizioni ottimali per la crescita del feto. Nel momento in cui la gravidanza è presente questo fondamentale ormone contribuisce a evitare che sopraggiungano altre ovulazioni.

Giornata della Fertilità

L’istituzione di una Giornata nazionale dedicata al tema della fertilità “Fertility day” vuole richiamare l’attenzione di tutta l’opinione pubblica sul tema. Prevista dal Piano Nazionale della Fertilità, la Giornata rappresenta una proposta d’incontro sul tema della fertilità con i giovani, gli insegnanti, le famiglie, i medici.L’evento sarà su scala nazionale e si celebrerà il prossimo 22 settembre 2016 nelle piazze e nei teatri delle città italiane grazie alla partecipazione dei Sindaci dei Comuni, degli Ordini dei Medici, delle Società Scientifiche, delle Farmacie, delle Scuole e delle Famiglie.Il programma e la mappa dei comuni aderenti è in via di definizione.

Svezzamento dei Bambini: Quando Iniziarlo, Schema e Ricette

Nei primi 4-6 mesi il fabbisogno nutritivo della maggior parte dei bambini viene soddisfatto dal solo latte materno oppure da quello artificiale, così da fornire il giusto apporto di proteine, carboidrati, sali minerali, grassi e vitamine in proporzioni. Inoltre il latte materno contiene anche anticorpi e globuli bianchi che proteggono il bambino dalle infezioni.

Dopo i 6 mesi si può passare allo svezzamento dei bambini, cioè all’introduzione di cibi solidi nell’alimentazione, così da sostituire il latte. Si consiglia di aggiungere preparati integrativi in gocce di vitamina A, C e D da somministrare finché il bambino alimentato con latte artificiale non comincia un’alimentazione variata. Se il bambino non tollera il latte, è necessario fare prima lo svezzamento sotto controllo da parte del pediatra. Spesso si utilizza un preparato a base di soia, saccarosio, oli vegetali, proteine della carne modificate, destrosio e altre sostanze.

Calcolo Ovulazione: Come calcolare il Periodo Fertile, Metodi e Consigli

Effettuare il giusto calcolo dell’ovulazione è importante per il concepimento, perché dà indicazione su quale sia il periodo più fertile per la donna e, quindi, aiuta anche a evitare gravidanze in quel momento non desiderate. Sicuramente hai già sentito parlare dei giorni fertili ma probabilmente non sai come effettuare un calcolo preciso e accurato per avere il massimo controllo sul tuo corpo.

Tutte le donne sanno che ogni 28 giorni, se sono regolari, si ripresentano le mestruazioni ma sono in poche a sapere esattamente cosa accade in quel lasso di tempo, durante quelle tre settimane. Conoscere il funzionamento del proprio corpo e prenderne consapevolezza è il primo e importante passo per avere un rapporto maturo e responsabile con il sesso e con la vita adulta.

Quinta Malattia in Gravidanza

La quinta malattia in gravidanza è sicuramente una patologia molto temuta da tutte le donne in dolce attesa, che di certo preferirebbero evitare una situazione di questo genere. Scopriamo insieme di cosa si tratta, come si manifesta, come è possibile prevenirla e di conseguenza curarla.

Conosciuta anche col nome di eritema infettivo, la quinta malattia è un’infezione virale che spesso colpisce i bambini fino ad un’età di 15 anni. Nella maggior parte dei casi, i ragazzi che ne sono affetti non subiscono conseguenze durature e sostanziali. La situazione peggiora se questa malattia viene associata alla gravidanza, nonché a vari problemi che coinvolgono il sistema immunitario e all’anemia. Tuttavia, ci concentriamo proprio sui nove mesi durante i quali una donna porta nel suo grembo il proprio nascituro. In generale, il parvovirus B19 che provoca la nascita di questa patologia è diffuso su scala mondiale e in tutti i periodi dell’anno, anche se soprattutto in nella fase finale dell’inverno e in quella iniziale della primavera.

Esercizi di kegel in gravidanza

Gli esercizi di kegel sono un valido allenamento per rafforzare i muscoli del perineo e rendere il parto meno doloroso, per questo motivo è importante essere informati sulla loro corretta esecuzione.  Il perineo, detto anche pavimento pelvico, consiste in una serie di legamenti e muscoli situati nella zona bassa del bacino che svolgono il ruolo di supporto per gli organi pelvici, delimitando la vagina, l’uretra e l’ano.

Il perineo è una parte fondamentale del corpo femminile, poiché favorisce l’esatta posizione dei muscoli addominali e degli organi circostanti, inoltre durante il parto aiuta a indirizzare la testa del nascituro verso il giusto passaggio.  Se ti stai chiedendo come allenare questa zona muscolare occorre innanzitutto saper individuare questo punto specifico: la maggior parte dei muscoli del perineo sono tessuti muscolari di tipo volontario e possono essere allenati attraverso delle pratiche apposite che, oltre ad apportare numerosi benefici durante e dopo il periodo della dolce attesa, aiutano la donna ad acquisire più autostima e a sentirsi a proprio agio con il suo corpo. Generalmente questi tessuti muscolari vengono sottovalutati tanto che molte donne scoprono la loro presenza soltanto prima del parto.

Come Misurare le Contrazioni in Prossimità del Parto

Un dubbio che assale tutte le mamme in attesa del parto è quello di non riconoscere le contrazioni.  In realtà le contrazioni si riconosceranno subito. Quegli spasmi e successive distensioni del muscolo uterino saranno inequivocabili. Ciò che è importante è saperle contare in termini di durata e frequenza. Te lo avrà suggerito anche il ginecologo: misurare le contrazioni è molto importante per comprendere se sta andando tutto bene e se il travaglio sta per iniziare in modo regolare.

La durata e la frequenza delle contrazioni sono due cose ben diverse. La durata è l’intervallo di tempo che va dal momento in cui la contrazione inizia al momento in cui finisce. Questo periodo temporale varia durante le diverse fasi del travaglio. Ad esempio all’inizio del travaglio ogni contrazione dura mediamente 15 – 20 secondi, quasi in prossimità del momento di partorire le contrazioni durano 40 -50 secondi. La frequenza è invece la distanza temporale tra una contrazione e l’altra cioè ogni quanto tempo essa si presenta. Nelle fasi iniziali si presentano con una frequenza meno breve mentre a travaglio avanzato le contrazioni si succedono una dietro l’altra a un ritmo più veloce.

Per calcolare durata e frequenza delle contrazioni assicurati di avere a portata di mano un comune orologio da polso. Non ti serve null’altro se non un foglio e una penna; ma vediamo insieme come annotare le misurazioni ottenute. Quando sei in prossimità della data presunta del parto e senti l’addome indurito, la schiena contrarsi e dei dolori intensi come quelli mestruali, allora sono arrivate le contrazioni. E il momento di misurarle.

Pubertà, dall’infanzia all’età adulta

Il periodo puberale, sia nell’uomo che nella donna, è il periodo di transizione dall’infanzia all’età adulta in cui si attuano numerose trasformazioni fisiche e psicologiche, che si svolgono sequenzialmente fino al conseguimento della maturazione sessuale e della capacità di procreare.

Il periodo adolescenziale offre una buona opportunità temporale per poter intervenire a livello educativo su conoscenze, acquisizione di competenze e modifica dei comportamenti che possono influire negativamente sulla salute riproduttiva di ragazzi e ragazze.