Sintomi di Gravidanza, Ecco quali sono quelli dei Primi Giorni

In alcune situazioni può non essere facile riconoscere quali siano i segnali lanciati dal nostro corpo, soprattutto quando si parla di gravidanza. Non perché sia difficile riconoscerli, ma bensì perché si tende a non far caso alle comunicazioni che riceviamo. Alcune donne vanno a confondere i sintomi di gravidanza con quelli del periodo premestruale. Ma vi sono alcuni segnali fondamentali che dovrai abituarti a riconoscere, prima ancora di verificare il tutto con un test di gravidanza.

I Primi sintomi

I sintomi più comuni dei primi giorni di gravidanza possono essere:

  • Ritardo del ciclo mestruale;
  • Seno sensibile o gonfio;
  • Perdite di sangue (piccole quantità);
  • Fame;
  • Sensibilità spiccata verso gli odori;
  • Capezzoli con colorazione più scura;
  • Nausea mattutina;
  • Sintomo perenne della pipì.

Tutte, o quasi tutte, le gravidanze iniziano con una semplice domanda: “mi è venuto il ciclo?”. Vediamo nello specifico che cosa riserva ognuno di questi sintomi.

Ritardo del ciclo mestruale

Da qui non si scappa. E’ indubbiamente il primo vero segnale d’allarme, oltre ad essere il più affidabile. Soprattutto se sei abituata ad avere un ciclo regolare. Al tempo stesso però non è detto che un ritardo di pochi giorni sia segnale di gravidanza. Possono esserci, infatti, altre cause, legate per esempio ad assunzione di farmaci o stress. Se invece ti rendi conto di aver saltato il ciclo per uno o più mesi, allora è bene fare un test!

Seno più sensibile o gonfio

Quando si scatena la fecondazione, gli ormoni femminili tendono subito a mettersi in movimento. Nel giro di poco tempo, infatti, la prima risposta che notiamo è legata alla crescita delle ghiandole mammarie. Il seno diventa quindi più grosso e al tempo stesso anche più duro. Potrebbe capitarti in questo caso di non riuscire a dormire a pancia in giù proprio perché avvertirai una profonda tensione che causa anche dolore.

Perdite di sangue (piccole quantità)

Non si tratta di ciclo mestruale, ma bensì di piccole perdite che si possono verificare solitamente all’inizio della gravidanza. Sono solitamente più lievi e durano poco tempo. Quando però riscontri questi tipo di sintomo è opportuno rivolgersi subito al medico perché potrà spiegarti motivo e cause di questa problematica.

Hai spesso fame?

In fase iniziale, anche se non sai ancora di essere incinta, potrai notare una cosa. Il tuo appetito è aumentato? Devi sapere che il processo di trasformazione del corpo femminile che accoglie una nuova vita richiede molte più forze e di conseguenza il nostro corpo consumerà anche più energia. E da dove prendiamo energia? Dal cibo. Potranno anche capitare veri e propri attacchi di fame che spesso vengono confusi con quelli che accompagnano i giorni che precedono le mestruazioni o periodi di forte stress. Cerca sempre però di non allontanarti mai troppo da una buona dieta equilibrata!

Sensibilità spiccata verso gli odori

Molte donne incinte sono particolarmente sensibili agli odori. In gravidanza tutti i sensi tengono a svilupparsi e sono amplificati. In base a diverse ricerche effettuati dagli esperti, è emerso che questa reazione sia una protezione che la mamma attua senza volere nei confronti del bambino. Generalmente il fastidio maggiore è causato da odori forti: si va dalla carne al pesce, e si passa poi a sostanze che devono essere evitate, come le sigarette e l’alcol. Insieme al caffè sono infatti percepite come profumazioni difficili da sopportare.

Capezzoli di colorazione più scura rispetto al normale

Uno degli effetti strettamente legati al cambio ormonale della gravidanza è la colorazione dei capezzoli.  Si tratta di un cambiamento dovuto anche all’aumento dell’irrorazione sanguigna. Di solito anche l’areola può diventare più scura; controlla anche, sempre in questa zona, i piccoli rilievi. Si chiamano tubercoli di Montgomery e quando una donna si trova all’inizio della gravidanza li può notare più sporgenti e di colore intenso.

Nausea mattutina: il sintomo dei sintomi

E’ indubbiamente diventato con il tempo un vero e proprio cliché. Ma è anche il più presente tra le donne incinte. Hai notato, per più giorni consecutivi, una profonda nausea mattutina? L’insistenza con cui questo sintomo si manifesta può servirti per capire la situazione. Il responsabile di questo senso di nausea è l’ormone della gravidanza gonadotropina corionica (HCG).

Il malessere che provoca è dovuto alla profonda sensibilità che una donna mostra rispetto all’ormone stesso. Alcune future mamme hanno notato che, dopo aver avuto la conferma della gravidanza, l’agitazione legata a profondo cambiamento della propria vita tende ad aumentare il senso di nausea. Attenzione però: è vero che si tratti di un sintomo normale, ma se la frequenza diventa davvero ingestibile, è bene rivolgersi al medico di fiducia.

Sintomo costante della pipì

E’ un aspetto che caratterizza gli inizi della gravidanza e andrà man mano crescendo. No, non è cistite, ma il bisogno di andare in bagno più spesso potrebbe nasconderti un piacevole segreto.

Altri sintomi generici

Vogliamo anche ricordare che, secondo studi tecnici, è emerso che un altro elemento tipico che caratterizza i primi sintomi della gravidanza è la pancia dura e gonfia. Anche qui la situazione è delicata: si tratta infatti di una prerogativa facile da confondere con il pre-ciclo mestruale. Ma nel caso della gravidanza è tutto legato all’aumento della produzione del progesterone che va a limitare l’attività del nostro intestino, causando spesso stitichezza e quella spiacevole sensazione di gonfiore. E’ bene dire che abbiamo scelto di separarla dagli altri sintomi poiché di tratta di una casistica che potrebbe avvenire anche a prescindere dalla futura maternità.

Discorso analogo per quel profondo senso di tensione che colpisce la parte bassa del ventre. E la spiegazione per questo sintomo è presto rivelata: l’utero cresce, preparandosi alla gravidanza, vi è maggiore irrorazione del sangue e si presentano nuovi vasi sanguigni. Questo spiega il senso di fastidio perenne che una donna avverte nella zona citata.

Non a caso alcune mamme hanno spigato di aver avvertito nelle primissime settimane un cambiamento profondo: qualcosa stava accadendo dentro di loro, la loro pancia stava cambiando. Anche se era impossibile vederlo da fuori, ovviamente! E infine aumenta radicalmente la stanchezza, unita a un senso di vertigini. Da qui potrai finalmente iniziare a dare un nome ai sintomi avvertiti: c’è un bebè in arrivo?

Leave a Reply